Sostegno all'asilo di Quito

tipo

Educazione e infanzia
scivolo

località

Quito, Ecuador

beneficiari

50 bambini, le rispettive famiglie, la comunità in cui sono inseriti

obiettivo

Sostenere tramite l’educazione i bambini provenienti da famiglie in difficoltà ; aiutare le mamme sole e lavoratrici nella cura dei figli.

budget

Abbiamo inviato 5000 euro

avanzamento

Progetto in corso da gennaio 2010

IL CONTESTO:

Il Centro Infantile “Mis primeros Amigos” nasce nel 1991 grazie all’iniziative di un gruppo di giovani dell’Università Cattolica di Quito a sostegno delle madri di alcune zone popolari della città (Casas Altas, La Primavera, La Comuna e Barrio Armero).

Il salario di queste madri è di circa 200 dollari al mese nel migliore dei casi e l’affitto costa almeno 40 dollari per un umile appartamento, a volte privo dei servizi basici. Tutto il resto deve bastare per il cibo, la salute, i vestiti, l’educazione. Avere un luogo dove poter lasciare i bambini, in un ambiente sano, sereno, dove siano seguiti nella loro educazione, pagando una retta che sia per loro sostenibile, è fondamentale.

SINTESI DELL’INTERVENTO

Il Centro Infantile lavora come centro di servizio alla comunità con la responsabilità sociale di garantire ai bambini un ambiente adatto in cui si seguono principi pedagogici e didattici che coniugano la formazione dell’essere umano nella libertà con lo sviluppo di valori morali e sociali.

La legge esige che i centri infantili che accolgono minori di sei anni ne assicurino la salute, l’alimentazione, l’educazione. Il Centro Infantile deve rispondere a una serie di requisiti di legge che riguardano l’edificio e i suoi impianti. In particolare, ogni anno è necessario svolgere lavori di manutenzione e adeguamento dei locali, delle aule, del mobilio, dei servizi igienici ed acquistare il materiale didattico. Nessuno Escluso ha coperto le spese di manutenzione.

BENEFICIARI

I bambini dell’asilo, le rispettive famiglie e la comunità in cui sono inseriti. I bambini che frequentano il Centro Infantile provengono per il 60% da famiglie monoparentali, in cui è la mamma, da sola ad assumersi il carico della crescita e dello sviluppo dei figli. Queste mamme hanno necessità di un luogo adeguato dove lasciare il bambino nel loro orario di lavoro, che normalmente dura anche più di 8 ore.

PARTNER

Nessuno Escluso è venuta a conoscenza di questo progetto tramite una volontaria che ha avuto occasione di visitare il Centro Infantile nel corso di un viaggio in Ecuador.
Il centro è sostenuto grazie ad un gruppo di amici italiani e di alcune istituzioni come l’Istituto della Famiglia, l’Università Salesiana, l’Università Centrale.





Nessuno Escluso Onlus

Sede:
Via Don Figini, 79
21044 Cavaria con Premezzo, Va

 

Cell +39 320 2834342
E-mail
nessunoescluso@nessunoesclusoonlus.it

Questo lavoro è sotto Creative Commons 2.5 Italia License 2012 NessunoEsclusoOnlus.it Creative Commons License

Costruito con Joomla! software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL e free template Lawn Care.

Usiamo cookies per migliorare il sito e la tua esperienza quando navighi. Cookies usati per le operazioni essenziali sono stati già settati. Per capire meglio quali cookies usiamo e come cancellarli, leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookies da questo sito.